Via E. Montale 8 - 46010 - Montanara di Curtatone (MN)
+39 351 525 9536

La deregolamentazione

La deregolamentazione

La deregolazione (dall’inglese deregulation) o deregolamentazione è quel processo per cui i governi e gli Stati cessano i controlli sul mercato ed eliminano le restrizioni nell’economia, al fine di incoraggiare le operazioni del mercato stesso, che in questa misura sarebbe considerato come un organismo autoregolatore.

La base razionale per la deregolazione è che un minor numero di regole porta a un maggior livello di concorrenza, a rimuovere i vincoli burocratici e conseguentemente a maggior produttività, maggior efficienza, costi inferiori per le imprese e, in generale, prezzi più bassi.

La deregolamentazione non è dalla liberalizzazione, che si dovrebbe riferire più alla sfera del corporativismo privato, perché un mercato liberalizzato, permettendo un qualsiasi numero di concorrenti, può essere regolato al fine di proteggere i diritti dei consumatori, specialmente per prevenire la creazione di oligopoli.
Tuttavia i termini sono usati indifferentemente riferendosi alle attività liberalizzate o deregolamentate.

Secondo alcuni teorici dell’economia un tale mercato, libero da qualsiasi controllo governativo, rischierebbe però di rendere lo Stato di diritto subalterno al mercato medesimo.

Esempio: per gli operatori economici delle telecomunicazioni, le poste, i trasporti ferroviari ed aerei, i fornitori di elettricità, di gas o di acqua, il prezzo diventa una leva che richiede un nuovo know-how per gestire correttamente il mercato.

Tags: , , , , , , , ,