Via E. Montale 8 - 46010 - Montanara di Curtatone (MN)
+39 351 525 9536

Beni concorrenti nell’offerta

Beni concorrenti nell’offerta

I beni concorrenti nell’offerta sono beni economici che derivano dall’impiego degli stessi fattori produttivi.
Essendo i due beni concorrenti nell’impiego dei fattori produttivi, la disponibilità limitata dei fattori produttivi comporta la produzione di un bene oppure dell’altro.
I due processi produttivi sono alternativi e concorrenti.

La presenza dei beni concorrenti è un effetto della scarsità delle risorse in un sistema economico.
In caso di abbondanza dei fattori produttivi, non vi sarebbe alcun problema di competizione tra i beni.
Se la terra è abbondante, non ci sono problemi a dedicare una parte delle terre alla coltivazione, e l’altra parte all’allevamento.

Esempio: un terreno può essere utilizzato per coltivare il grano oppure come pascolo. Le due attività (pascolo e coltivazione) sono attività alternative e concorrenti tra loro.
Un campo destinato alla coltivazione del grano non può essere destinato alla coltivazione del grano, e viceversa. Il medesimo fattore produttivo (terra) rende i relativi beni concorrenti nell’offerta.

Biocarburanti e prodotti agroalimentari.
I biocarburanti e i prodotti agroalimentari sono un esempio di beni concorrenti nell’offerta. Pur rivolgendosi a bisogni diversi, i biocarburanti rispondono alla domanda di energia mentre i prodotti agroalimentari alle esigenze nutritive delle persone, questi due beni economici utilizzano i medesimi fattori produttivi, ossia la terra. Un terreno può essere coltivato per produrre prodotti agroalimentari oppure materie agricole destinate alla produzione dei biocarburanti. Questa relazione indiretta influisce sul prezzo del fattore produttivo (la terra) e, indirettamente, anche sui prezzi finali dei beni concorrenti.

Tags: , , , , , , , ,